Skip to content

TAV A FIRENZE, ADESSO È UFFICIALE: PROGETTO DI STAZIONE PRIVO DI VALUTAZIONE!

11 dicembre 2010

IDRA DOCUMENTA IL SINDACO MATTEO RENZI E IL CONSIGLIO COMUNALE: SI PASSI, SE NECESSARIO, ANCHE ALLE VIE LEGALI!

“Gentile sig. Sindaco, gentile Presidente, gentili Consiglieri, da oggi la nostra Associazione dispone anche della controprova: del progetto di stazione sotterranea AV “Foster” non esiste presso il Ministero dell’Ambiente alcuna documentazione che motivi e supporti la decisione di non sottoporne il progetto né alla pubblicazione, né alla raccolta delle osservazioni dei cittadini e degli esperti, né alla necessaria procedura di Valutazione di Impatto Ambientale”.

Questo l’incipit della lettera che Idra ha inviato ieri al sindaco di Firenze Matteo Renzi, al presidente del Consiglio comunale Eugenio Giani e ai gruppi consiliari di Palazzo Vecchio, allegando le note ricevute dalla Direzione Generale per le Valutazioni Ambientali del Ministero dell’Ambiente e dalla Commissione Tecnica di Verifica dell’Impatto Ambientale dello stesso Ministero.

La prima, del 4 ottobre 2010, a firma del dott. Giuseppe De Maria (Direzione Generale per le Valutazioni Ambientali), inviata alla Commissione Tecnica di Verifica dell’Impatto Ambientale VIA/VAS del medesimo Ministero, e per conoscenza alla richiedente Idra, recita: “L’Associazione IDRA ha richiesto copia della documentazione di cui ai punti 2 e 3 della suddetta nota  del 01/07/2010, che attengono a documentazione istruttoria di codesta Commissione e che non risultano agli atti della scrivente. Tanto si trasmette per il seguito di competenza”.

L’ultima, dell’11 novembre 2010, porta la firma del dott. Claudio De Rose, presidente della Commissione Tecnica di Verifica dell’Impatto Ambientale – VIA e VAS del Ministero dell’Ambiente. Oggetto, la richiesta avanzata da Idra di informazioni e documentazione sul Nodo ferroviario AV di Firenze. Destinatari, la Direzione Generale per le Valutazioni Ambientali e, per conoscenza, l’Associazione fiorentina promotrice dell’istanza.

Questo il testo, laconico quanto eloquente: “In riferimento al procedimento in oggetto si comunica quanto determinato dal Comitato di Coordinamento nel corso della seduta del giorno 11 novembre 2010: “la documentazione richiesta dall’Associazione IDRA ai punti 2 e 3 della nota del 01/07/2010 non è riferibile ad atti di competenza o in possesso dell’attuale Commissione Tecnica di Verifica dell’Impatto Ambientale – VIA e VAS”.

“La risultante delle due note – scrive Idra – sembra dunque indicare con ogni possibile evidenza che l’approvazione del progetto di stazione AV è viziata da una importante lacuna procedurale, che potrebbe compromettere la fattibilità della cantierizzazione, la sicurezza della porzione di città interessata, la dimensione della spesa pubblica (già ingente) prevista, la stessa vantata efficacia dell’opera sul piano infrastrutturale e trasportistico”.

“Mettiamo volentieri a Vostra disposizione la documentazione raccolta”, conclude l’associazione fiorentina, “e Vi chiediamo di intervenire con ogni possibile sollecitudine, con gli strumenti anche legali a Vostra disposizione, affinché siano ricostruite adeguate misure di salvaguardia della legalità, di rispetto delle normative e di tutela del diritto della cittadinanza all’informazione e alla partecipazione, e siano in tal modo disinnescate le minacce che deriverebbero da un’avventura progettuale così palesemente rischiosa per la città e per l’erario.

Annunci
2 commenti leave one →
  1. Roberto Gigli permalink
    19 gennaio 2011 22:07

    Per Girolamo Dall’Olio; ci conosciamo, spero ti ricordi di me, sono il marito della tua collega Cappugi Milvia dell’ITI ex Dirigente Coordinatore Movimento F.S.
    Poichè senza tanto clamore ancora mi interesso dell’AV per il nodo di Firenze e Toscana in genere, sono in contatto con Tommaso Grassi e Valdo Spini a cui interessano quel che segue:
    Avrei bisogno del progetto denominato Master Plan, presentato dallo Studio Spadolini per conto delle F.S. nella primavera del 1994.
    Questo progetto prevedeva l’attraversamento del nodo di Firenze in superficie, ed era veramente eccezionale.
    Il Comune di firenze, la Provincia, La Regione lo abortirono poichè veniva declassata la stazione di Firenze SMN in favore di Firenze C.Marte come stazione principe per l’A.V.
    I famosi bottegai ci misero tanto del loro! Lo puoi trovare e farcelo avere? Grazie!

    • idrafirenze permalink*
      13 febbraio 2011 17:00

      Scusami Roberto, ma vedo solo adesso (capara come sono nelle tecnologia) questo tuo messaggio. No, temo però di non poterti accontentare… se ho qualcosa del genere, è sepolto chissà sotto quante pile di altre cose. Ma dovresti trovare il tutto in via Andrea del Castagno, o in Via Giotto… possibile che Grassi e Spini non possano accederci?
      Un caro saluto,
      Girolamo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: